2011 | Gloria Gradassi, “Naturacultura – Snaturati”


La materia digitale è l’oggetto delle elaborazioni di Giulia Corradetti. Nella produzione recente il processo costitutivo dell’immagine è maturato in figure dalla credibilissima corporeità. All’artificialità del digitale si è affiancato un immaginario di forme biologiche e naturali, ricreate nello spazio illusorio dell’immagine virtuale. La sua materia mostra la caratteristica di volersi scollare dalla superficie piatta, in una tridimensionalità seducente e vivida. La figurazione controllata, fresca e sempre sul filo della sperimentazione, è sempre alimentata dall’illusione della tridimensionalità, quasi che le forme avessero una loro reale consistenza. Nel suo progetto di ridisegnare nuove forme viventi, Giulia Corradetti tende a ricercare un’armonia tra tecnologia e natura, immaginando un possibile futuro in cui il biologico e l’artificiale avranno trovato un loro equilibrio.


Gloria Gradassi